Null

in Notizie

La nuova ondata di violenza al Giambellino. Tra M4 e futili motivi.

Ogni tanto ritorna, a fasi alterne. L’ondata criminale al Giambellino pare assopirsi per qualche tempo, poi d’un tratto, magari nei dintorni di un weekend di luglio, torna a farsi sentire. Le case occupate si fanno chiassose, la pulizia della zona è lenta ma avanza. Presto ci sarà la metropolitana, qualcuno tenta di ristrutturare. Ben lontana l’idea di un eden di periferia, ma la paura del nuovo si fa sentire, e qualcuno non apprezza il nuovo. Ci è piaciuto l’articolo di Andrea Galli sul Corriere della Sera – Al Giambellino, a sei km dal Duomo: risse, droga e il racket degli alloggi -.

Ci è piaciuta anche la storia dei poliziotti, che nonostante fossero a fine turno, hanno preso le alfa romeo di corsa, per andare dai colleghi a dare una mano. Quello che non ci piace è la rassegnazione di qualcuno; “perchè tanto la zona è quella che è” dice una mamma col passeggino in Piazza Tirana. I boss che “fanno brutto” forse non ci sono più, diluiti dal tempo e dal tessuto urbano. Ora tutti sono boss; tutti e nessuno. Sessanta persone che scendono in strada per farsi giustizia da sole ne sono un esempio. Sessanta persone tra ragazzi, uomini, lavoratori, anziani, pensionati, pronti al linciaggio dopo l’ennesima aggressione serale. Settimana scorsa un ragazzo assassinato in strada con un cacciavite. Era italiano, Roberto, milanese di nascita, egiziano di origini, andava in Egitto solo per le vacanze dai famigliari.

E ancora domenica mattina, una coppia che di corsa si rifugia in un portone, inseguiti da un coltello di 21 centimetri pronto a tagliare gole. “ora ti scanno” – qualcuno urlava. Un futile motivo da semaforo, forse un tempo di reazione troppo alto allo scattare del verde. I colori; qui non si bada al colore della pelle. Gli italiani, nei fatti, hanno fatto di peggio in quella zona. L’ex quartier generale di Renato Vallanzasca si è evoluto in qualcosa di diverso, non identificabile. Tutti noi conosciamo qualcuno in Giambellino; qualche amico, qualche parente. La storia è sempre quella, attenzione agli orari, attenzione a camminare sul marciapiede giusto, e soprattutto attenzione a camminare sul marciapiede giusto ad un orario sbagliato.

La colpa è degli stranieri? No, al Giambellino sono tutti stranieri, o come dice qualcuno “siamo tutti abusivi”. Un po come eravamo tutti charlie. Ma non per lo stesso motivo. Siamo tutti stranieri perché in quel quartiere nessun milanese si sentirebbe mai a casa. Giorgia, 28 anni ce ne parla al bar di fianco al cantiere della M4. “L’arrivo della metropolitana potrebbe cambiare qualcosa” ci dice. – perche? – chiediamo noi. “Perché uno dei problemi è percepire l’abbandono da parte delle istituzioni, non basta una jeep dell’esercito che passa ogni tanto” e ancora “la metropolitana avrà un impatto su tante questioni, sul valore delle case, dei negozi. Ci avvicinerà al centro.” Può darsi, pensiamo noi. Forse l’unica cosa concreta è proprio quel cantiere della metropolitana dai mille disagi. L’unica variabile che potrebbe cambiare qualcosa per davvero. Cerchiamo di non perdere il treno allora, potrebbe essere l’ultimo.

LEGGI ANCHE

Musei chiusi il lunedì, ma l’abbonamento è da 365 giorni. Noi di Milaus guardiamo tutto, anche l'ovvio. Una cosa è certa, la comunicazione attraverso il materiale informativo messo a disposizione da Comune di...
Corrono per 60 episodi dietro ad un camion. L’arrivo della Maratona del Trono di Spade. Sono arrivati sani e savi. Hanno corso da Roma a Milano dietro ad camion con un maxi-schermo sintonizzato sul canale dedicato "Sky Atantic Il Trono di...
Nong Ak. La musica Coreana che ti “manda in botta” arriva a Milano Sono 6 studenti universitari coreani e hanno una missione: far conoscere la musica tradizionale Coreana delle campagne contadine (il "Nong ak"), attra...
Domenica al Castello. La coda per le foto al Trono di Spade. VIDEO Ricca di eventi la Domenica al Castello Sforzesco. In attesa della maratona delle 19:00 e della proiezione notturna del primo episodio della settima s...
Successo di pubblico per il Trono di Spade al Castello Sforzesco. Il video. Il richiamo del castello d'inverno (o del fresco) si è fatto sentire. Successo di pubblico per la prima della due serate al Castello Sforzesco de "Il ...
Dalla Darsena parte la rivolta dei corrieri Deliveroo. Il Video. I biker di Deliveroo guidano la protesta dei lavoratori del delivery food. Oggi alle 19:30 è partita la pedalata di protesta per le vie della città. I...
Trono di Spade “GOT” Castello Sforzesco. E ghiaccia anche la fontana. Ormai siamo agli sgoccioli. L’Estate Sforzesca, sabato 15 luglio e domenica 16 regalerà a fan e curiosi il Darkness Party, ossia la “tradizionale” fes...
Sciopero dei rider Deliveroo. Avete voluto la bicicletta? Formalmente non è uno sciopero, perché lo sciopero è riservato ai lavoratori. Loro, i rider di Deliveroo, non hanno un lavoro vero, hanno un "lavorett...
Reggae Night. All’Area Expo iniziano i concerti estivi Stasera (14 luglio), inaugurazione ufficiale del nuovo spazio concerti ed eventi in expo, con la Reggae Night Bravo! Nella zona occupata due anni fa d...
Milano come Roma. Slitta ancora la Metro 4. Altri ritrovamenti archeologici. Si chiamavano Terme Erculee, le più importanti terme della città di Milano; erette nel III secolo dall'imperatore Massimiliano Erculio, vennero distru...