Null

in Notizie

M4, Incidenti e Pavè. Una strada carrozzabile è anche ciclabile? In serata presidio e biciclettata

Eravamo all’inizio di gennaio 2016, quando un neo candidato sindaco, Beppe Sala, tentò di affrontare il tema delle “corsie preferenziali” dedicate ai ciclisti. Più precisamente si lasciò sfuggire un giudizio sul pavè di via Torino, e sulla sua impraticabilità da parte delle bicicilette: «tenere i masselli in via Torino è una stupidata, quel tipo di pavimentazione è da sostituire in una via commerciale in cui se vai in bici finisci per andare sul marciapiede dando fastidio ai pedoni. Ci vuole anche un po’ di coraggio. Milano va bene per le bici perché è piccola e in piano, ma bisogna fare di più»

Un anno e mezzo dopo, e parecchi incidenti più tardi, il tema ritorna attuale. L’ultimo incidente mortale di pochi giorni fa, in via De Amicis, ha coinvolto una bici, un camion, il pavè e i cantieri della M4. L’incidente gravissimo ha avuto parecchia risonanza all’interno della stampa locale, forse anche per la fotografia di impatto che ha accompagnato la nozia sui social network per ore. (FOTO SOPRA)

Fatto sta che Beppe Sala è ritornato a parlare dell’argomento, e questa volta sembra deciso: «non voglio strumentalizzare quello che è successo. Venerdì sera ho parlato con la vedova e mi ha commosso, ha detto che in questo momento al di là del dolore vuole anche ragionare perchè queste cose non si ripetano. Ci vuole attenzione da parte di tutti, noi faremo un esame di quello che è successo e ciò che si può fare. Molto spesso si parla di piste ciclabili, ma i problemi nascono anche da altre cose. Rimango convinto che il pavè vada eliminato da alcune strade, via Torino potrebbe essere un’idea. In alcuni casi è benedetto e in altri casi è fonte di pericolo. Non voglio fare una battaglia campale ma troveremo le formule per sentire i milanesi, a partire da chi la bicicletta la usa. E 20mila prelievi di Bikemi al giorno dicono che sono in tanti. Ascolterò le associazioni»

Foto: beppesala.it

Ma le ipotesi sul tavolo? In realtà non c’è nessun tavolo.

L’incidente ha poi portato la solita valanga di commenti, proposte, controproposte e altro. E’ magnifico vedere la città sempre attiva e proposistiva, ma cerchiamo di mettere insieme i vari punti di vista emersi tra sindaci, assessori e associazioni di categoria, come ad esempio Fiab Ciclobby, la federazione che difende i diritti dei ciclisti. IPOTESI (1)– Nell’immediato vietare l’accesso da parte delle biciclette alle aree di cantiere M4. Questa ipotesi pare sostenuta a mezza voce da Carmela Rozza, l’assessore alla sicurezza. IPOTESI (2) – Portare avanti un progetto di rimozione del Pavè dalle strade di Milano, ovviamente si spera non da tutte le strade, o quantomeno di rindere quei tratti di strada adatti alle biciclette. Abbiamo imparato che carrozzabile non vuol dire ciclabile. Questa trada è nelle corde di Beppe Sala. IPOTESI (3) Dall’associazionismo talebano arriva la solita richiesta di vietare auto e mezzi a motore a tutto il ecntro storico, nei fatti improponibile, almeno nell’immediato. IPOTESI (4) Dall’associazionistmo moderato arriva invece la proposto di rimozione del traffico dalla cerchia dei navigli, creando almeno una “circle line” dedicata alla mobilità sostenibile. Nei fatti potrebbe concretizzarsi in una circonvallazione interna a doppio senso, da un lato il traffico regolare e dall’altro solo i mezzi ciclabili. Un po’ come avviene oggi per taxi e atm hanno la corsia preferenziale unicamente in senso orario, mentre il traffico regolare può spostarsi unicamente in senso antiorario.

Nel frattempo l’argomento tiene banco, e alcuni quotidiani nazionali (Repubblica) aprono addirittura sondaggi mirati, che dai primi risultati non paiono emozionare.

Oggi “la protesta dei campanelli”. Presidio e biciclettata dal luogo dell’incidente a Palazzo Marino.

Appuntamento alle 19:30 nel luogo dell’incidente (piazza della Resistenza Partigiana), dove dalle 19:45 avrà inizio la biciclettata verso Palazzo Marino dal titolo “Non si può morire così”. L’arrivo è previsto alle 20:15 dove potrebbe svilupparsi un flash mob simbolico. Durante il percorso verranno invece posizionati simbolici cartelli di pericolo. La biciclettata vedrà in testa la ghost-bike, la bicicletta fantasma simbolo delle vittime.

Video: La rivolta dei masselli.

Quando una singola pietra può fermare un tram.

LEGGI ANCHE

Musei chiusi il lunedì, ma l’abbonamento è da 365 giorni. Noi di Milaus guardiamo tutto, anche l'ovvio. Una cosa è certa, la comunicazione attraverso il materiale informativo messo a disposizione da Comune di...
Corrono per 60 episodi dietro ad un camion. L’arrivo della Maratona del Trono di Spade. Sono arrivati sani e savi. Hanno corso da Roma a Milano dietro ad camion con un maxi-schermo sintonizzato sul canale dedicato "Sky Atantic Il Trono di...
Nong Ak. La musica Coreana che ti “manda in botta” arriva a Milano Sono 6 studenti universitari coreani e hanno una missione: far conoscere la musica tradizionale Coreana delle campagne contadine (il "Nong ak"), attra...
Domenica al Castello. La coda per le foto al Trono di Spade. VIDEO Ricca di eventi la Domenica al Castello Sforzesco. In attesa della maratona delle 19:00 e della proiezione notturna del primo episodio della settima s...
Successo di pubblico per il Trono di Spade al Castello Sforzesco. Il video. Il richiamo del castello d'inverno (o del fresco) si è fatto sentire. Successo di pubblico per la prima della due serate al Castello Sforzesco de "Il ...
Dalla Darsena parte la rivolta dei corrieri Deliveroo. Il Video. I biker di Deliveroo guidano la protesta dei lavoratori del delivery food. Oggi alle 19:30 è partita la pedalata di protesta per le vie della città. I...
Trono di Spade “GOT” Castello Sforzesco. E ghiaccia anche la fontana. Ormai siamo agli sgoccioli. L’Estate Sforzesca, sabato 15 luglio e domenica 16 regalerà a fan e curiosi il Darkness Party, ossia la “tradizionale” fes...
Sciopero dei rider Deliveroo. Avete voluto la bicicletta? Formalmente non è uno sciopero, perché lo sciopero è riservato ai lavoratori. Loro, i rider di Deliveroo, non hanno un lavoro vero, hanno un "lavorett...
Reggae Night. All’Area Expo iniziano i concerti estivi Stasera (14 luglio), inaugurazione ufficiale del nuovo spazio concerti ed eventi in expo, con la Reggae Night Bravo! Nella zona occupata due anni fa d...
Milano come Roma. Slitta ancora la Metro 4. Altri ritrovamenti archeologici. Si chiamavano Terme Erculee, le più importanti terme della città di Milano; erette nel III secolo dall'imperatore Massimiliano Erculio, vennero distru...