Null

in Notizie

Sciopero dei rider Deliveroo. Avete voluto la bicicletta?

Formalmente non è uno sciopero, perché lo sciopero è riservato ai lavoratori. Loro, i rider di Deliveroo, non hanno un lavoro vero, hanno un “lavoretto” (come sostiene la loro azienda). Dato che “scioperino” suonava male, la protesta dei galoppini delle consegne in bicicletta prevista per sabato 15 luglio, prenderà il nome di “Deliverance Strike Mass“, che detto in inglese suona molto più cool. Perché di “cool” in fondo si tratta, di esserlo o di prenderlo poco importa. La presunta sharing economy comincia a dare i primi segni di cedimento. In realtà questa non è sharing economy, la vera economia della condivisione ha radici lontane, e in Italia la si è sempre utilizzata, dalle cooperative al mutualismo delle imprese sociali (diritti dei lavoratori inclusi).  Questa nuova sharing economy è un po’ come lo “scioperino“, suona meglio in inglese, ma invece è un’altra cosa, il residuo più grezzo sul fondo del barile dei giorni nostri; la patina più sudicia prima del nulla, prima del vuoto più totale del barile.

E allora abbiamo Deliveroo, Foodora, e poi ancora Glovo, Uber, Uber Pop, BlaBla Car fino ad Airbnb (and much more). Tutti a spostare il rischio d’impresa sugli altri, sui lavoratori. Come con i social network, tutti a trasferire la creazione dei contenuti e delle prestazioni sugli utenti, che poi sono clienti o lavoratori. Le grandi AppCompany fanno scatole, noi dobbiamo riempirle con il nostro tempo, e nel caso ce lo fossimo scordato, è la cosa più preziosa che abbiamo, e loro lo sanno. Se poi il tempo ceduto alle AppCompany lo occupiamo a pedalare o a postare su Facebook poco conta. La macchina dello sfruttamento digitale nell’era post-industriale è perfetta, funziona, avanza inesorabile. E’ un modello apparentemente incontrastabile, reiterato e perfezionato ogni giorno. Uno “scioperino” fa veramente ridere. E’ come tentare di contrastare il terrorismo internazionale con militari a cavallo che trainano i cannoni. Lo strumento è inadeguato, obsoleto. Se lo sfruttamento si evolve, anche le tecniche di lotta e di tutela dei diritti debbono evolversi. E qui non vedo evoluzione. A proposito i sindacati esistono ancora?

La pedalata di sabato dei rider Deliveroo

I rider di Deliveroo, 600 solo a Milano, scendono per le strade con una pedalata di protesta il 15 luglio. Vogliono tutele. Hanno voluto la bicicletta e adesso anche le tutele? Incredibile all’apparenza. Non hanno malattia, ferie pagate e assicurazione; se bucano o stanno male perdono anche il punteggio in graduatoria all’interno dell’app.  Si, sono sfruttati. Ma anche i blogger, i web designer, i giornalisti indipendenti (yeah), i baristi, gli autisti di Uber. Metà della città di Milano probabilmente non ha ferie pagate, malattia o assicurazione, come quasi tutto il “nuovo popolo” delle partite iva. I lavoranti delle AppCompany forse se la passano ancora peggio, ma non ne siamo sicuri. Quello che sappiamo è che lo sciopero è uno strumento inadeguato, perché se domani Deliveroo dovesse licenziare i 600 lavoratori scioperanti (licenziare per modo dire), il giorno dopo se ne presenterebbero altri mille. Quindi è il momento di agire in modo differente, di trovare un modello di contrasto ai fabbricanti di scatole; quelle che noi riempiamo con il nostro tempo. Inutile sputare nell’app dove si è mangiato, forse sarebbe più saggio boicottare le aziende che adottano questi folli modelli di business, partire dagli utenti-clienti e non dagli utenti-lavoratori. Forse il sindacato del terzo millennio deve consolidarsi in un organico tra cliente e lavoratore, perché il lavoratore da solo, non basta più a portare avanti la lotta; specialmente negli ambiti digitali, i più pericolosi poiché mal regolamentati. E pensare che la rete avrebbe dovuto portare libertà, e non schiavitù.

Ad ogni modo la Deliverance Strike Mass (la pedalata dello sciopero), partirà domani da Piazza XXIV Maggio – Zona Darsena alle 19:30. Di seguito il social-comunicato.

#VADEMECUM PER I LAVORATORI DEL #DELIVERYFOOD Sei un rider e lavori per #Deliveroo,#Foodora, #Glovo, #JustEat o…

‎Posted by Deliverance Milano on‎ יום שלישי 11 יולי 2017

LEGGI ANCHE

Musei chiusi il lunedì, ma l’abbonamento è da 365 giorni. Noi di Milaus guardiamo tutto, anche l'ovvio. Una cosa è certa, la comunicazione attraverso il materiale informativo messo a disposizione da Comune di...
Corrono per 60 episodi dietro ad un camion. L’arrivo della Maratona del Trono di Spade. Sono arrivati sani e savi. Hanno corso da Roma a Milano dietro ad camion con un maxi-schermo sintonizzato sul canale dedicato "Sky Atantic Il Trono di...
Nong Ak. La musica Coreana che ti “manda in botta” arriva a Milano Sono 6 studenti universitari coreani e hanno una missione: far conoscere la musica tradizionale Coreana delle campagne contadine (il "Nong ak"), attra...
Domenica al Castello. La coda per le foto al Trono di Spade. VIDEO Ricca di eventi la Domenica al Castello Sforzesco. In attesa della maratona delle 19:00 e della proiezione notturna del primo episodio della settima s...
Successo di pubblico per il Trono di Spade al Castello Sforzesco. Il video. Il richiamo del castello d'inverno (o del fresco) si è fatto sentire. Successo di pubblico per la prima della due serate al Castello Sforzesco de "Il ...
Dalla Darsena parte la rivolta dei corrieri Deliveroo. Il Video. I biker di Deliveroo guidano la protesta dei lavoratori del delivery food. Oggi alle 19:30 è partita la pedalata di protesta per le vie della città. I...
Trono di Spade “GOT” Castello Sforzesco. E ghiaccia anche la fontana. Ormai siamo agli sgoccioli. L’Estate Sforzesca, sabato 15 luglio e domenica 16 regalerà a fan e curiosi il Darkness Party, ossia la “tradizionale” fes...
Reggae Night. All’Area Expo iniziano i concerti estivi Stasera (14 luglio), inaugurazione ufficiale del nuovo spazio concerti ed eventi in expo, con la Reggae Night Bravo! Nella zona occupata due anni fa d...
Milano come Roma. Slitta ancora la Metro 4. Altri ritrovamenti archeologici. Si chiamavano Terme Erculee, le più importanti terme della città di Milano; erette nel III secolo dall'imperatore Massimiliano Erculio, vennero distru...
Beneficenza e Drink. L’AperiPiper del giovedì sera all’Old Fashion Giovedì 13 luglio alle 20:00, la città che beveva troppo è invitata all'Old Fashion (Palazzo dell'arte - Triennale Milano) per un AperiPiper dal naso ...